Mercoledì 30 novembre, durante l'assemblea annuale, una Tavola rotonda dedicata all'impegno contro la guerra


PERUGIA – "Prima di tutto la Pace!" lo dice a gran voce Anp, l'Associazione nazionale pensionati di Cia-Agricoltori Italiani che dedica all'impegno contro la guerra, per un mondo più giusto e inclusivo, la sua Assemblea annuale, che si terrà, non a caso, ad Assisi, mercoledì 30 novembre alle 14:30.


Appuntamento a Santa Maria degli Angeli, presso l'Hotel Cenacolo (Viale Patrono d'Italia, 70) con l'incontro che sarà inaugurato da Matteo Bartolini, presidente Cia Umbria; Stefania Proietti, sindaco di Assisi e Alfio Bicchi, presidente Anp-Cia Umbria.


A introdurre i lavori, invece, sarà il presidente nazionale di Anp-Cia, Alessandro Del Carlo, con a seguire gli interventi di Pina Terenzi, presidente nazionale di Donne in Campo-Cia; Enrico Calentini, presidente nazionale Agia-Cia.


Tavola rotonda, poi, al centro dell'Assemblea con la partecipazione di Pietro Del Re, giornalista inviato di guerra de La Repubblica; Emanuele Fiano, scrittore; Padre Enzo Fortunato, Frate francescano; Francesca Di Maolo, presidente Istituto Serafico di Assisi; Flavio Lotti, coordinatore nazionale "Tavola della Pace" Comitato promotore Marcia PerugiAssisi.


I lavori chiuderanno alle 16:30 con l'intervento del presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani, Cristiano Fini.

Cia Agricoltori italiani dell'Umbria
Ufficio stampa
Cristiana Mapelli 338 3503022

In allegato: programma

Focus sull'agriturismo multifunzionale e degustazioni di birra con luppolo 100% made in Umbria


Tantissimi laboratori per i più piccoli gestiti dalle fattorie didattiche di Cia. Tutti i giorni la Spesa in Campagna


BASTIA UMBRA - Anche quest'anno Cia Agricoltori dell'Umbria, da venerdì a domenica sarà presente nei padiglioni di Bastia Umbra con uno spazio di 150 metri quadri suddivisi in tre aree. "Fin dalla prima edizione di Fa' la Cosa Giusta, Cia Umbria – ha detto il presidente regionale Matteo Bartolini - partecipa in modo attivo al progetto, creando momenti di confronto, eventi, seminari che hanno come protagonista quella che è l'agricoltura oggi. Ovvero un'agricoltura multifunzionale che non si limita alla semplice produzione di cibo, ma che è parte integrante della società e che guarda costantemente a temi attuali, come quello della sostenibilità. In questa edizione, nell'area di Cia Umbria si parlerà di comunità e villaggi del cibo. In un momento caratterizzato da crisi energetica e alimentare, come quella che l'Europa sta attraversando, abbiamo davanti l'opportunità di rispondere al tema dei costi, ad esempio, con le comunità energetiche o, in un'ottica di sostenibilità, puntare all'attivazione di comunità del cibo creando un momento per unire i produttori locali con i consumatori".


GLI EVENTI


Tutti i giorni, dalle 10 alle 20, ci sarà la Spesa in Campagna, la mostra mercato delle eccellenze agricole e agroalimentari del territorio, mentre la Piazzetta ospiterà i tantissimi laboratori didattici gestiti dalle fattorie didattiche di Cia. Nell'area Agribirreria, in collaborazione con Luppolo Made in Italy, sarà possibile degustare la birra ottenuta con il luppolo umbro.


Tra gli eventi clou di questa edizione, venerdì in piazzetta alle 15, "I mille usi della lana: le donne in prima linea" a cura di Donne in Campo di Cia Umbria con Marco Caffarelli (collaboratore 3A Pta), Francesca Maria Sarti (professoressa del Dsa3 dell'Università di Perugia), Samira Giovannini (dottoranda Dsa3) e Glenda Giampaoli, direttrice del Museo della Canapa a Sant'Anatolia di Narco. Seguirà il laboratorio pratica "dalla lana al feltro" a cura della fattoria didattica Il Canto dell'Asino. Sabato, alle 15, Biancamaria Torquati (professoressa associata Dsa3), Giordano Stella (collaboratore di ricerca Dsa3) e il presidente di Cia Umbria Matteo Bartolini dialogheranno su "Le comunità e i villaggi del cibo come strumento per la sovranità alimentare". Spazio alla birra, sempre sabato ma alle 18 per il panel "Luppolo valley bio: la birra italiana di fronte alla sfida della sostenibilità e della sovranità alimentare": interverranno Stefano Fancelli (presidente Luppolo Made in Italy), Giuseppe Perretti (professore associato Dsa3), Luca Stalteri (produttore luppolo biologico) e Matteo Bartolini. Seguirà degustazione con luppolo umbro. Domenica, infine, alle 11 l'incontro a cura di Turismo Verde "L'azienda agricola multi-sostenibile: esempi virtuosi di agricoltura multifunzionale" con Pierangelo Bianchi (presidente Turismo Verde Umbria), Antonio Lattanzi (Agrileisuretime) Larisa Lupini (Agriasilo L'orto dei pulcini di Ostra), Paola Fattorini (fattoria didattica L'asino che ride di Ancona).

Ufficio stampa Cia Umbria
Cristiana Mapelli 338 3503022

Pierangelo Bianchi guiderà l'associazione per la promozione agrituristica regionale

Perugia – Si è tenuto nei giorni scorsi  in modalità online l'assemblea regionale di Turismo Verde, l'associazione per la promozione agrituristica di CIA, durante la quale sono stati rinnovati i vertici e il comitato esecutivo regionale con i suoi rappresentanti. Pierangelo Bianchi (agriturismo Fonte Chiara a Gubbio) è il nuovo presidente di Turismo Verde – Cia Umbria e sarà supportato dal vice presidente Antonio Lattanzi (agriturismo e fattoria didattica Agrileisuretime di Spoleto) e dai membri del comitato esecutivo: Angela Boriosi, Rinaldo Giannelli, Santina De Simoni, Costantino Pacioni, Roberto Pierangeli, Francesca Fantozzi, Francesco Rosi, Raffaella Oldani, Marianna Peroncelli, Benedetta Alberti, Enzo De Fabrizio, segretario è Maria Letizia Casciari.

I rappresentanti si sono inoltre confrontati sulle proposte maturate sul territorio regionale e che saranno trasferite a Roma in occasione delle imminenti assemblee nazionali. Questa mattina, infatti, il presidente e il vice presidente hanno portato il loro contributo all'assemblea elettiva "Agriturismo del futuro: le proposte di Turismo Verde – Cia. A.A.A. cercasi giovani", con l'approvazione di un documento programmatico con cui Cia e Turismo Verde regionale vogliono contribuire a rendere l'agricoltura protagonista di un futuro più sostenibile.

Il neo presidente Bianchi ha aperto il suo intervento rimarcando il ruolo delle aziende agrituristiche e della multifunzionalità in agricoltura, ancor di più dopo questi durissimi due anni di pandemia.

L'agriturismo rappresenta oggi un'opportunità per il turista di vivere appieno un'esperienza a contatto con la natura alla scoperta delle tradizioni locali e dell'enorme patrimonio della regione in termini di biodiversità.

«In quest'ottica si colloca una nuova cultura di turismo sostenibile, incentrata sul rispetto e sulla valorizzazione del territorio. Se togliamo queste piccole strutture per la gestione del territorio, e per il cambiamento per la transizione verde anche rispetto a nuovi sistemi di coltivazione, queste aree rischiano l'abbandono. Ci auguriamo un periodo proficuo, i problemi sono tanti. Resta la preoccupazione per i rincari energetici degli agriturismi umbri che, in gran parte, fermeranno le attività dopo il ponte per riaprire non prima di Pasqua. In questo contesto è ancor più importante la collaborazione con le associazioni».

Ufficio Stampa Cia Umbria

Cristiana Mapelli 338 3503022

Pagina 1 di 111
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Questo sito potrebbe fare uso di cookies di terze parti. Maggiori dettagli sono presenti sulla privacy policy. Questo sito potrebbe fare uso di cookies di profilazione. Maggiori dettagli sono presenti sulla privacy policy. Cliccando il bottone Ho capito, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. Per saperne di più su cookies e localStorage, visita il sito Garante per la protezione dei dati personali
Maggiori informazioni Ho capito