PERUGIA - «Auguro ai nuovi sindaci dell'Umbria e alle future giunte dei comuni del territorio andati in queste ore al voto un proficuo lavoro - ha detto Matteo Bartolini, presidente di Cia Agricoltori italiani dell'Umbria e vice presidente nazionale - . La Cia Agricoltori italiani dell'Umbria è pronta a collaborare, offrendo dialogo, strumenti e analisi per promuovere uno sviluppo sostenibile che valorizzi l'intero territorio, passando da un'economia di settore a una più ampia economia territoriale.

La nostra Associazione sarà come sempre disponibile al dialogo e a fornire strumenti e valutazioni che vadano nell'esclusivo interesse di un territorio per un nuovo modello di sviluppo sostenibile che passi da economia settoriale ad economia territoriale.
A tal proposito abbiamo lanciato un vero e proprio manifesto programmatico per puntare su un "nuova economia delle relazioni" all'interno del comparto agroalimentare, da sempre volano di sviluppo del nostro Paese. Siamo entusiasti di contribuire a questo nuovo capitolo di sviluppo sostenibile e di relazioni economiche».

CHI SIAMO

STORIA DELLA CIA

  • Dalla CIC alla CIA
    Dalla CIC alla CIA Il 22 dicembre 1977 nasce la Confederazione Italiana Coltivatori, dall’unione di 3 organizzazioni agricole: Alleanza Nazionale dei Contadini, Federmezzadri-CGIL e Unione Coltivatori Italiani. Questo processo di unione si è concretizzato…
Questo sito fa uso di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione e per fornire funzionalità aggiuntive. Si tratta di dati del tutto anonimi, utili a scopo tecnico o statistico, e nessuno di questi dati verrà utilizzato per identificarti o per contattarti. Questo sito potrebbe fare uso di cookies di terze parti. Maggiori dettagli sono presenti sulla privacy policy. Questo sito potrebbe fare uso di cookies di profilazione. Maggiori dettagli sono presenti sulla privacy policy. Cliccando il bottone Ho capito, confermi il tuo consenso a questo sito di salvare alcuni piccoli blocchi di dati sul tuo computer. Per saperne di più su cookies e localStorage, visita il sito Garante per la protezione dei dati personali
Maggiori informazioni Ho capito